Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 11

· Iscritti in linea: 3
Super207, classicauto2019, bayerische

· Totale iscritti: 1,519
· Benvenuto a: Onin
Immagine
> Cadillac > Cadillac Eldorado Convertible << >>
cadillaceldoradomarlon20150807.jpg
Anno 1975, targhe ZA (Marlon).

Data: 07/08/2015
Commenti: 8
Visualizzazioni: 667
Commenti
#1 | bob91180 il 07/08/2015 09:27:42
Dimensioni e cubatura motore a parte , la linea e' abbastanza sobria ...
#2 | PrinceMax il 07/08/2015 10:34:16
È vero Bob, la linea non risente di forzature particolari, per essere un'auto a stelle e strisce. Il motore è un 8,2 litri?
Opulenta ma fascinosa, connubio non sempre garantito sulle auto americane, spesso capaci di essere talmente elaborate da risultare pacchiane.
Il colore elegante la esalta, unito ai magnifici interni in pelle chiara.
#3 | Marlon il 07/08/2015 12:57:46
Confermo la cilindrata 8,2 litri...
Faccio anche una precisazione che mi ha stupito al momento del controllo della targa: immaginavo la classica importazione "recente" e invece a bollo risulta proprio del 1975, anche se è una delle classiche targature di capodanno Grin
Ciò significa che questo esemplare dev'essere italiano praticamente dalla nascita, ha quindi avuto una bella quadrotta.
Viene da chiedersi chi potesse decidere di acquistare in piena austerity un'ottomila divorabenzina come questa
#4 | sir alec il 07/08/2015 15:14:20
Sontuosa, ma meno pacchiana rispetto ad altre vetture della marca. Peccato per la ritargatura: con la quadrotta sarebbe stato un avvistamento superlativo.
#5 | bob91180 il 07/08/2015 18:28:23
Prediletta dal mitico Elvis se non sbaglio ...
#6 | Markino il 11/08/2015 00:47:11
Non amo eccessivamente le Cadillac degli anni '60 e '70, Eldorado Coupé a parte, ma questo esemplare, complice l'ottima prospettiva e la bella livrea, risulta piuttosto attraente. L'opulenza spinta al massimo livello, compresi tutti i comandi elettrici disponibili secondo la tecnologia dell'epoca. Sorvolando sulla strumentazione, tanto scarna quanto obsoleta nel disegno, gli interni, qui probabilmente bianco ghiaccio, sono un vero salotto, sebbene filtrato dai gusti yankee; un mese fa circa, ho esaminato con attenzione l'abitacolo di una Coupé Eldorado del 1977, esposta ad un classico raduno a Voghera, e sono rimasto davvero colpito dalla cura riservata ad ogni particolare, destinato con tutta evidenza a contribuire ad un ambiente votato al massimo confort.
Possono piacere o non piacere, ma non è certo un caso che, per decenni, in patria le Cadillac abbiano mantenuto l'assoluta supremazia nel segmento luxury.
#7 | Total III il 11/08/2015 01:27:32
Io gradisco le Cadillac e le Buick comprese fra questi anni e la prima metà degli anni ottanta, proprio per via degli interni, opulenti e ricercati nei particolari fino al kitsch (penso al finto legno incastonato persino nella corona del volante, alla sovrabbondanza di comandi, al peculiare disegno dei pannelli porta delle Cadillac che comprendeva luce di cortesia, una selva di pulsanti e una maniglia retrattile in legno di foggia quasi vittoriana, il tutto in una cornice di legno, pelle e acciaio cromato...)
Una fabbricazione dispendiosa, opulenta, magari irrazionale e dai tanti lati "cheap" (la pelle non era di qualità eccelsa e spesso usata in minima quantità rispetto al vinile, il legno era una semplice impiallacciatura, ecc) ma di grande effetto. Una filosofia costruttiva che, demolita dal mercato, è ormai un romantico ricordo. Smile
#8 | Markino il 11/08/2015 10:01:52
proprio per via degli interni, opulenti e ricercati nei particolari fino al kitsch (penso al finto legno incastonato persino nella corona del volante, alla sovrabbondanza di comandi, al peculiare disegno dei pannelli porta delle Cadillac che comprendeva luce di cortesia, una selva di pulsanti e una maniglia retrattile in legno di foggia quasi vittoriana, il tutto in una cornice di legno, pelle e acciaio cromato...)
Una fabbricazione dispendiosa, opulenta, magari irrazionale e dai tanti lati "cheap" (la pelle non era di qualità eccelsa e spesso usata in minima quantità rispetto al vinile, il legno era una semplice impiallacciatura, ecc)

Total, hai dettagliato alla perfezione il mio sintetico riferimento agli interni "vero salotto, sebbene filtrato dai gusti yankee" Smile
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato