Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 12

· Iscritti in linea: 2
Super207, time101cv

· Totale iscritti: 1,681
· Benvenuto a: arimart
Immagine
> Pontiac > Pontiac Catalina Convertible << >>
pontiacalfa3320151109.jpg
Anno n.c., targhe bianche del 1989 (Alfa33).

Data: 09/11/2015
Commenti: 5
Visualizzazioni: 1033
Commenti
#1 | time101cv il 09/11/2015 08:07:00
La targa Ŕ "MI 3L"

www.targhenere.net/images/005/pontiac_cabriolet_1_zpsov5ombpg.jpg
(foto "Alfa33" )
#2 | sir alec il 09/11/2015 15:25:01
Linea piuttosto pesante. Non mi dice granchÚ.
#3 | gabford il 09/11/2015 22:20:01
Anche questa proviene dal periodo dei doppi fari sovrapposti di cui si parlava nei giorni scorsi: infatti Ŕ un modello del '66 Grin
#4 | Markino il 09/11/2015 23:31:37
La gita nella cittadina termale ha portato buoni frutti, Marco Smile
Questo esemplare, dotato di un propulsore di 6,6 lt., era in vendita qualche anno fa presso un noto operatore commerciale bresciano, e ben rappresenta la fase di gigantismo che ha attraversato la produzione automobilistica statunitense tra la 2a metÓ degli anni '60 e la 1a metÓ degli anni '70, anche in vetture a vocazione media come erano, per definizione, le Pontiac, collocate un gradino sopra le Chevrolet nella scala gerarchica della produzione GM, sebbene non fossero infrequenti le "invasioni di campo" negli altri marchi tramite le "ali estreme" della gamma. Nella realtÓ, infatti, le versioni meglio equipaggiate della Bonneville potevano tranquillamente entrare in concorrenza con le raffinate Oldsmobile, sebbene negli Stati Uniti esistesse una buona dose di affezione al brand, un po' come accadeva e tuttora accade in Europa.
Quanto ai fari sovrapposti, dei quali, come ben ricorda Gabriele, tratteggiavo pochi giorni fa l'effimera e tutto sommato infelice stagione, devo dire che sulle Pontiac (per i MY '65-'67) trovano posto con esiti migliori che su Cadillac o Ford/Mercury, probabilmente grazie al disegno relativamente leggero della calandra; un po' tormentata la coda di questo MY '66, per via della disarmonica conclusione delle creste sulla fiancata, che sembrano quasi incassare la fanaleria. Preferibili, dal mio punto di vista, i MY '65-'67, per restare, appunto, a quelli contraddistinti dai fari anteriori a sviluppo verticale.
Non esaltante, infine, il bianco: qui vedo bene il rosso, il giallo chiaro, o alcune splendide tinte metallizzate.
#5 | Sauro il 07/07/2020 00:11:35
Conosco personalmente a chi appartiene l'auto
╚ di una mia carissima e storica amica...
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato