Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 15

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,692
· Benvenuto a: Pinin
Immagine
> Alfa - Alfasud II > Alfa Romeo Alfasud 1.2 4p. << >>
alfasudmichele131cl20170821.jpg
Anno 1982 (michele 131cl).

Data: 21/08/2017
Commenti: 12
Visualizzazioni: 1291
Commenti
#1 | Alfa33 il 21/08/2017 23:18:44
Quindi questa sarebbe un'Alfasud con l'allestimento base? Dal vivo avrò visto 2 o 3 esemplari, non di più.
#2 | time101cv il 22/08/2017 00:48:17
Esatto
#3 | Mc 127 il 22/08/2017 01:07:30
Mi brillano gli occhi. sbavv
#4 | Markino il 22/08/2017 01:25:16
Pur da amante dell'Alfasud, non ho mai sopportato questa versione così spoglia.
#5 | 1600 GT il 22/08/2017 14:02:21
Credo di averne vista solo una di Alfasud base, molto rara, anche se mi ha sempre attratto poco. Infatti non ebbe grandi riscontri di vendite, anche se fu prodotta fino a fine carriera.
#6 | Total III il 22/08/2017 17:03:56
Mi piacerebbe poterla studiare nei particolari. Credo che questa monti ancora la vecchia plancia della prima serie con la strumentazione priva di contagiri, veramente antiquata per l'epoca e non a caso ignorata da quasi tutta la clientela.
La scritta posteriore non dovrebbe essere corretta, essendo stata introdotta in occasione del "refresh" del marchio Alfa, che qui è invece ancora del tipo precedente, di piccole dimensioni.
#7 | Alfa33 il 22/08/2017 23:04:32
Anche a me sembra che la base abbia ancora la plancia della prima serie e forse anche il volante.
#8 | Mc 127 il 23/08/2017 08:30:48
Confermo le note precedenti. Questa versione iper-spartana, detto fuori dai denti, non aveva alcun senso dal punto di vista commerciale. Si trattava in tutto e per tutto della capostipite (con ormai un decennio d'anzianità) di nuovo vestita, peraltro resa oltremodo scarna anche nel look; rivolta, forse, ad un pubblico che poteva essere interessato ad un uso estremamente intenso quanto privo di scrupoli, che, però, difficilmente poteva orientarsi verso un marchio che ha sempre avuto nella sua tradizione il connubio fra sportività e stile. Il boxer nella prima conformazione da 63CV a quattro marce, più spigoloso e meno parsimonioso rispetto all'aggiornato 68CV a cinque marce, pur essendo ben distante dal 1.3 da 80CV, era comunque ancora un motore fin troppo prestazionale per una vettura "ad uso lavoro". In quattro parole, insomma, potremmo dire che questa versione a listino non era né carne né pesce e infatti i riscontri furono evidenti. Questo, ad oggi, la rende molto affascinante in termini di estrema rarità: superata solo dalla S a 5 porte. Questo esemplare pare in ottima forma e presenta anche la peculiarità di essere stato immatricolato proprio a cavallo del "refresh" a cui fa riferimento Antonio, avvenuto nel giugno 1982 (BA70 va dai primi di giugno a metà agosto): il che rende non del tutto infondata la possibilità che la targhetta sia quella d'origine, una sorta di neo che ne accrescerebbe la particolarità.
#9 | blackboxes66 il 23/08/2017 10:24:21
Vista la data di immatricolazione, potrebbe appartenere proprio alla serie conclusiva dell'Alfasud, che aveva mantenuto la carrozzeria a 4 porte per il solo allestimento base, però con cambio a 5 marce.
La plancia dei modelli base, edizione 80 e 82, era derivata dalla precedente Super, ma con la strumentazione della prima serie, senza contagiri.
Come già le precedenti N, queste vetture furono vendute principalmente alle flotte dei vigili urbani (Milano ne acquistò parecchie, poi sostituite dalle Arna), degli enti pubblici in generale e delle società parastatali (Eni, Snam, Enel...).
#10 | Marco27 il 23/08/2017 19:04:13
Nel paese dei miei genitori situato nel basso Piemonte c'era un'esemplare base come questo color avorio del 1980 targato AL 40 ebbene fino al 1998 ha circolato poi (guarda caso in pieno periodo di campagna rottamazione) il proprietario l'ha cambiata con una lancia Y nera (che tutt'ora possiede) quest' alfasud non aveva neanche un filo di ruggine sempre tenuta al coperto.
#11 | Markino il 24/08/2017 12:38:36
furono vendute principalmente alle flotte dei vigili urbani (Milano ne acquistò parecchie, poi sostituite dalle Arna)

Per le "Alfasud" non saprei dire, ma almeno una delle "Arna" a 5 porte dei Vigili di Milano, nella classica livrea bianco-nera, è tuttora esistente ed in buono stato, ed affianca spesso il "Trofero Milano", insieme ad una "1100 R" nella stessa colorazione targata MI B8.
#12 | blackboxes66 il 25/08/2017 10:01:56
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato