Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 10

· Iscritti in linea: 1
deltago92

· Totale iscritti: 1,676
· Benvenuto a: Marco 308
Immagine
> MG Altri modelli > MG 1300 << >>
mg1300mc12720180309.jpg
Anno n.c., targhe nere del 1976 (Mc 127).

Data: 09/03/2018
Commenti: 10
Visualizzazioni: 1065
Commenti
#1 | Total III il 09/03/2018 08:34:08
Apparsa sporadicamente nei concessionari Innocenti fra la fine degli anni sessanta e i primi settanta in base agli accordi sempre più stretti fra la casa di Lambrate e la BMC (poi Leyland), la MG 1300 era una delle varianti della BMC 1100 o "ADO 16", proposta nell'arco di dieci anni in una quantità di marchi e allestimenti veramente sterminata, che andavano dai modelli d'accesso Austin e Morris per arrivare alle Vanden Plas con allestimenti degni di una Rolls in miniatura, passando per le rifinite Riley, le Wolseley e le sportiveggianti MG. Vanno poi aggiunte le versioni costruite su licenza dalla Innocenti, ovviamente non importate negli UK, soprattutto la bella IM3, veloce, ben rifinita e col frontale "importante" modificato da Pininfarina.
La MG 1300, con motore superquadro di 1275 cm3 da 65 cavalli, venne lanciata nel 1967 su base MK2 (si riconosce per i fanali posteriori in posizione più inclinata). Per via della caratterizzazione sportiva, specie all'esterno, piuttosto blanda - andava meglio all'interno, dove faceva bella mostra di se un bel cruscotto in vera radica - venne sostituita nel 1971 dalla Austin 1300 GT, che vantava quattro porte, un tetto in vinile, una strumentazione completa molto bella a vedersi e un motore da 71 cv - lo stesso della Innocenti Cooper 1300 - che prometteva soddisfazioni.
Anche allora la versione MG era una mosca bianca in Italia. Figurarsi ora.
#2 | Astrale il 09/03/2018 08:41:16
Rarissimo se non unico modello in italia, meriterebbe qualche foto migliore....
#3 | bob91180 il 09/03/2018 10:00:21
Quoto ... ma e' guida sx oppure dx ?
#4 | Alfa33 il 09/03/2018 10:02:46
Complimenti Ivan, hai avvistato una rarità assurda, nemmeno ricordavo l'esistenza di questa variante, nonostante la mia passione per la Im 3 e derivate.
#5 | Biturbo83 il 09/03/2018 12:20:13
Per me è italiana da sempre e tra l'altro ritargata nella mia provincia, ma mai vista.
Avvistamento di quelli che piacciono a me e poi a due porte e anche più bella della 4.
#6 | bayerische il 09/03/2018 13:30:50
Altra stirpe di vetture dai grandi contenuti ignorata dai più.
#7 | Mc 127 il 10/03/2018 01:19:07
Guida a sinistra. L'unica altra foto che ho é dinamica: ma, purtroppo, incrociata a sorpresa, sempre con vista posteriore e non della qualità che meriterebbe.
#8 | Marco27 il 10/03/2018 11:07:47
Dalla miniatura l'avevo presa per una IM3 reimmatricolata e con un colore " seventies "
#9 | Markino il 04/07/2018 23:43:11
Avvistamento decisamente strabiliante, specie considerata la rarità, per non dire unicità, della vettura, anche se, ad essere sincero, fossi britannico - ma con i miei gusti - mi orienterei sulle versioni più "povere" Austin/Morris, che riterrei le più "vere" della stirpe, mentre, da italiano, andrei alla ricerca - con tutte le difficoltà del caso - della raffinata e riuscita "IM3".
#10 | time101cv il 31/08/2018 00:11:17
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2018/08/img-20170712-wa0014.jpg
(foto "Mc 127" )
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato