Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 15

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,607
· Benvenuto a: Bierre
Immagine
> Mercury > Mercury Marquis Colony Park << >>
mercurymarkino20180331.jpg
Anno 1977, targhe ZA in formato europeo (Markino).

Data: 31/03/2018
Commenti: 9
Visualizzazioni: 854
Commenti
#1 | time101cv il 31/03/2018 09:09:26
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2018/03/dscn6842_640.jpg
(foto "Markino" )
#2 | atae21 il 31/03/2018 09:47:51
Classica "giardinetta" USA di fine anni 70, rimasta nella mia memoria per essere onnipresente in telefilm e commedie americane di quegli anni. Poi magari erano anche di altre marche (non distinguo un modello dall'altro) ma il genere era questo...Grin
#3 | Neeskens78 il 31/03/2018 11:02:41
"giardinetta"

ROTFL ROTFL ROTFL ROTFL
mi chiedo come faccia a girare facilmente per le nostre stradine.. sono andato a controllare, tutto sommato è lunga solo 5 metri e 60 Pfft
#4 | atae21 il 31/03/2018 16:49:32
Ma nel 1977 gomme a fascia bianca e cerchi a raggi erano ancora la norma per il mercato statunitense? dubbio
#5 | TanteUno il 31/03/2018 22:37:32
mi chiedo come faccia a girare facilmente per le nostre stradine..

Semplicissimo: ha una Smart Crossblade parcheggiata nel baule, per cui basta fermarsi fuori città e proseguire nelle stradine con quella.
ROTFL ROTFL ROTFL ROTFL
#6 | gabford il 01/04/2018 02:41:05
Lo spazio all'interno non basta: serviva anche il portapacchi Pfft.
Ma nel 1977 gomme a fascia bianca e cerchi a raggi erano ancora la norma per il mercato statunitense?

Mi pare che gli pneumatici a fascia bianca fossero effettivamente previsti, anche se quest'ultim era molto più sottile. Bisogna considerare che, soprattutto negli anni '70 e '80, negli States era in voga uno stile "neoclassico" che privilegiava la presenza di dettagli che richiamavano elementi caratteristici di modelli più antichi, degli anni '30 in particolare. Per quanto riguarda i copricerchi a raggi, il discorso è analogo, anche se credo che, in questo caso, provengano da un modello più recente.
#7 | Neeskens78 il 01/04/2018 11:08:05
Semplicissimo: ha una Smart Crossblade parcheggiata nel baule, per cui basta fermarsi fuori città e proseguire nelle stradine con quella.

ah ecco ROTFL ROTFL ROTFL ROTFL
#8 | polar il 01/04/2018 16:20:02
mi chiedo come faccia a girare facilmente per le nostre stradine.. sono andato a controllare, tutto sommato è lunga solo 5 metri e 60 Pfft

A me spaventa di più la larghezza che nella guida cittadina è soprattutto nei parcheggi incide tanto.... Però che soddisfazione riempirla tutta per un trasloco in eleganza! Smile
#9 | Markino il 05/04/2018 01:08:34
Vettura che incarna nel modo più sfacciato un gigantismo automobilistico che gli Stati Uniti stavano oramai per abbandonare, costretti a una profonda rivisitazione dei propri parametri costruttivi (il gruppo Chrysler, salvato dalla radicale cura di Lee Iacocca, ne fu l'esempio più emblematico) dalle fette di mercato sempre più consistenti accaparrate sul proprio mercato dai costruttori giapponesi ed europei. Ad amplificare il concetto, è ovviamente l'appartenenza di questa macchina al genere station wagon, che negli Stati Uniti godeva da tempo di un importante spazio commerciale, tanto da essere incluso quasi regolarmente nella gamma dei vari modelli; le proposte delle Big Three contemplavano spesso, almeno dalla fine degli anni '60, l'adozione del rivestimento in finto legno per le fiancate, che voleva richiamare le famose e splendide woodies degli anni '40, realizzate in modo raffinato con legno vero. La qualità e lo status associati al marchio Mercury, fascia medio-alta nella galassia Ford, la splendida tonalità turchese metallizzato, ripresa per la selleria ed i rivestimenti interni, le ottime condizioni generali, la cura dei dettagli, rendono questo esemplare molto attraente all'occhio del vero appassionato di vetture americane, abituato a non fermarsi alla "prima stazione" dei soliti modelli, ma a ricercare pezzi inconsueti e particolari, per quanto la sua fruizione non debba essere semplice neppure per uno sporadico impiego amatoriale.
Propulsore 350 c.i. (5,7 lt.), se ricordo bene.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato