Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 13

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,520
· Benvenuto a: mau74tn
Immagine
> Cadillac > Cadillac Sixty-Two Convertible << >>
cadillac62convertiblemc12720180722.jpg
Anno n.c., targhe ZA in formato europeo (Mc 127).

Data: 22/07/2018
Commenti: 6
Visualizzazioni: 612
Commenti
#1 | bob91180 il 22/07/2018 11:26:09
Favoloso scatto/cartolina ...
#2 | Neeskens78 il 22/07/2018 11:29:48
certo che la coda è molto particolare con il parafango disegnato in quel modo per fare alloggiare la ruota di scorta
#3 | Frabo187 il 22/07/2018 11:53:54
Gran bella foto, se non fosse per la Y Elefantino sullo sfondo sembrerebbe una pubblicità americana!
#4 | bob91180 il 22/07/2018 12:54:33
Il gruppo paraurti e ruota di scorta somiglia ad un motoscafo con motore fuoribordo ...
#5 | Markino il 22/07/2018 23:58:48
Modello 1957, profondamente rivisitato nello stile - ora più slanciato e aggressivo - rispetto ai MY precedenti, che, dal 1950, mostravano una certa continuità ideale, ma sempre all'insegna - se possibile, elevandola ancora - di un'opulenza estrema e sfacciata in cui si consacra l'american dream.
Qualche esemplare nelle varie versioni, tra le quali la serie "Sixty-Two" costituiva il nucleo di gran lunga più venduto in Patria, con numeri che facevano impallidire le nostre poche vetture di fascia medio-alta, giunse anche in Italia, dove le Cadillac erano probabilmente più "diffuse" rispetto ad alcuni marchi popolari negli Stati Uniti, come Pontiac, Oldsmobile, Dodge o Mercury, ma che, da noi, potevano contare su acquisti sostanzialmente sporadici.
Esemplare in ottima forma mai visto sinora - se non ricordo male - benché la zona di caccia "naturale" per Ivan alimenti diversi raduni di auto americane dei quali sono da alcuni anni assiduo frequentatore; il kit posteriore che sorregge la ruota di scorta esterna appesantisce decisamente l'insieme, di per sé già molto impegnativo, con un risultato estetico che, da appassionato di auto a stelle e strisce, non esiterei a definire grottesco.
#6 | gabford il 23/07/2018 00:17:24
la coda è molto particolare con il parafango disegnato in quel modo per fare alloggiare la ruota di scorta

Come implicitamente fa intendere anche Markino, comunque non era una soluzione prevista dalla casa, ma un accessorio aftermarket che, in questo modello del '57, si poteva presentare in due soluzioni. La prima - quella dell'esemplare in foto, prevedeva la protrusione della sola parte centrale del paraurti per consentire l'alloggiamento della ruota di scorta. La seconda soluzione, invece, si otteneva facendo arretrare l'intero paraurti, creando una sorta di mensola di forma regolare, come nell'esempio che riporto qui sotto.

www.schmitt.com/vendio/404971-9.jpg
(da schmitt.com)
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato