Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 15

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,563
· Benvenuto a: Enricovale03
Immagine
> Fiat 128 III serie > Fiat 128 1100 CL << >>
fiat128dariomontrone20190803.jpg
Anno 1976, targhe bianche del 1987 (dariomontrone).

Data: 03/08/2019
Commenti: 5
Visualizzazioni: 582
Commenti
#1 | Biturbo83 il 03/08/2019 11:00:53
Fari cottissimi!
Vetri atermici...
#2 | Alfa33 il 03/08/2019 16:33:12
Preferisco decisamente la prima serie, senza nulla togliere a questa, che restava una scelta saggia per chi cercava una macchina di sostanza ed a prezzi buoni.
#3 | Frabo187 il 09/01/2021 14:18:58
funkyimg.com/i/39WMz.jpg
#4 | LFL il 10/01/2021 01:06:42
Preferisco decisamente la prima serie,

Concordo, anche se capisco la Fiat che - nell'imminenza del lancio della Ritmo - voleva presidiare il mercato per un paio di anni e quindi aveva bisogno di rinfrescare un prodotto che nel 1976 aveva già 8 anni. Restyling costato anche poco: fari della 127 e ruote del 900 Panorama, paraurti in resina il cui "collaudo" - sia estetico che qualitativo - fu assegnato alla 128 con lo scopo di essere poi installato su due modelli più "freschi" come 127 e 132. Va riconosciuto al Centro Stile Fiat di aver notevolmente migliorato lo specchio di coda, dove solo i fanalini diversi - e originali - fecero cambiare aspetto alla ormai vecchia segmento C di Mirafiori. Esemplare che ha subito - per sua fortuna - una riverniciata sulle fiancate, mentre padiglione e cofano posteriore appaiono leggermente scoloriti.
#5 | ARGiuliasuper il 10/01/2021 03:15:48
In genere il mio apprezzamento va alla prima serie di ogni modello, con poche eccezioni; forse dipende dal fatto che per queste versioni il tempo per la progettazione è più generoso. Per la 128 ho sempre trovato i fanalini posteriori della III serie sproporzionati rispetto allo specchio di coda. Lo stesso processo di ingrandimento dei gruppi ottici ha dato risultati che apprezzo di più, come, per esempio, per l'Alfetta.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato