Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 13

· Iscritti in linea: 2
neim4, Luka96

· Totale iscritti: 1,676
· Benvenuto a: Marco 308
Immagine
> Jaguar S-Type > Jaguar S-Type 3.8 << >>
jaguarstypeneim201911102.jpg
Anno 1965, targhe nere del 1972 (neim4).

Data: 02/11/2019
Commenti: 3
Visualizzazioni: 646
Commenti
#1 | neim4 il 02/11/2019 12:21:48
i.postimg.cc/9X1SQcZ1/20191102-112103.jpg
#2 | Transaxle73 il 02/11/2019 15:01:34
Azz....in versione 3.8 litri. Questa fa vedere i sorci verdi ancora oggi a parecchie berline molto più giovani.
#3 | Markino il 03/11/2019 17:41:24
A mio giudizio - e non solo - in nessun'altra epoca la gamma Jaguar ha toccato gli apici del periodo 1962-'67, epoca che ha visto la contestuale presenza di lussuose e giunoniche berline d'intonazione sportiva, contigue per riferimento sociale, e di un'esclusiva Coupé/Roadster performante ed affilata, il tutto accomunato da uno stile unico e seducente e da interni raffinatissimi. La pur splendida "XJ" di fine anni '60 non può infatti offuscare il poderoso schieramento delle "Saloon" degli anni precedenti, la "MK II", l'intermedia "S-Type" (sorta di "MK II" a cui era spuntata la coda, ben integrata nel disegno complessivo), e la sfacciatamente opulenta "MK X".
Bellissimo l'esemplare in foto, con relativa targa quadrata, che rimanda ad un'epoca in cui il marchio Jaguar godeva in Italia di una schiera di facoltosi estimatori ancora non conquistati dall'efficienza delle vetture teutoniche, come accadrà poi dagli anni '70 e '80.
Modello che mi suscita istintivamente il ricordo del lungo inseguimento iniziale per le strade periferiche di Londra nel film di culto "La rapina al treno postale" (1967), nel quale la "S-Type" blu scuro di Scotland Yard tallona la "MK II" argento dei malviventi che hanno appena abbandonato un'autoambulanza dopo un'ardita rapina ad un commerciante di preziosi, narcotizzato a bordo di una "Vanden Plas Princess" 4 litri condotta dal suo autista. Guardate qui:

https://youtu.be/...
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato