Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 3

· Iscritti in linea: 1
Luka96

· Totale iscritti: 1,544
· Benvenuto a: massi67
Immagine
> Alfa - Altri modelli > Alfa Romeo Gransport Quattroruote Zagato << >>
alfaromeogransportquattroruotebue20200511.jpg
Anno 1968, targhe nere del 1972 (BUE).

Data: 11/05/2020
Commenti: 20
Visualizzazioni: 741
Commenti
#1 | Markino il 11/05/2020 10:03:38
Esemplare sinora inedito con notevole targa ancora quadrata.
Fuoriserie nata da un'idea di Gianni Mazzocchi, e realizzata nel 1966-'67 in collaborazione con la Carrozzeria Zagato, ispirandosi alla mitica "6C 1750 Gran Sport Spider" del 1929-'30, ai tempi allestita in un consistente lotto - in genere nell'esuberante versione "compressore" - dalla stessa Zagato, e adottando la meccanica della "Giulia TI".
Ne sopravvive un buon numero, ma per fortuna ne hanno costruite solo 92.
Certo, anche se generalmente detesto le "repliche" di ogni sorta, rispetto ad una Lafer "MP" o ad una Panther "Kallista" (per non parlare delle Excalibur) la considero un capolavoro.
#2 | atae21 il 11/05/2020 10:48:07
Se non altro come "replica" questa ha una storia e un marchio di peso sulle spalle. E come meccanica non hanno dovuto attingere da altre auto straniere ma avevano tutto in casa. Quindi, pur non amando questo genere di vetture, anche per me è ok. evvai
#3 | bob91180 il 11/05/2020 11:33:45
Be' , Vi diro' , avrebbero potuto farla piu' aderente alla capostipite originale , vista dal vivo da l'impressione di un giocattolo ...
Sinceramente la Leontina Pettenella e' di gran lunga meglio , poi e' motorizzata 2litri ...
#4 | Markino il 11/05/2020 11:37:39
Già, la "Pettenella", a uno sguardo sommario, può ingannare anche un occhio discretamente esperto.
#5 | berto88fi il 11/05/2020 11:48:36
L'auto di Don Backy nel film "Quella chiara notte d'ottobre".
#6 | Transaxle73 il 11/05/2020 14:10:19
Quella di Don Backy l'ho vista inserzionata a 120.000 euro. Avendo a disposizione tale cifra mi orienterei su altro e non su una replica, seppur ufficiale.
#7 | bob91180 il 11/05/2020 14:53:38
E qui mi permetto di aprire una discussione ad hoc ...
... e cioe' ...
... le vetture che sono appartenute a personaggi famosi , valgono davvero di piu' ???
#8 | Frabo187 il 11/05/2020 15:36:41
Ovviamente no.
#9 | Markino il 11/05/2020 16:07:30
Non è questione semplice.
Nel mondo del collezionismo, di qualunque genere, sono numerosi i casi in cui l'oggetto appartenuto ad un personaggio famoso è più quotato dello stesso manufatto di cui è stato proprietario uno sconosciuto, ed è naturale che questo accada anche per le automobili.
Per la suggestione - talvolta enorme - che tale abbinamento può creare, capisco che sia plausibile riconoscere un quid al cedente, ma le esagerazioni (valori superiori del 30-50% e più, a seconda delle circostanze) restano per me confinate nella sfera dell'irrazionale.
Per parte mia, ad esempio, sarei stato disposto a pagare un 10% in più la "Flaminia 2.8" Berlina con primo intestatario la Olivetti spa, proposta da un commerciante imperiese lo scorso anno, per la suggestione, appunto, di vedere annotata sul libretto una delle imprese che più ammiro, colta in un periodo ancora rigoglioso, seppur già privo del suo leader, il mitico Adriano.
Oppure, pensiamo alla goduria di possedere la "Giulietta TI" azzurrina intestata a Giuseppe Luraghi, nelle mani, presumo tuttora, di un appassionato alfista lombardo, o, se fosse mai posta in vendita dall'ENI, quella bluette appartenuta ad Enrico Mattei.
Ognuno di noi, a seconda delle sue inclinazioni, potrebbe formulare molti esempi in tal senso.
#10 | bob91180 il 11/05/2020 16:57:27
Credo che una forbice fra il 10% ed al max il 30% in piu' possa in certi casi essere giustificata , soprattutto quando il personaggio e' inerente al mondo automobilistico sportivo ...
#11 | Transaxle73 il 11/05/2020 18:11:49
Io darei un rene per entrare in possesso dell'Alfa 1750 berlina appartenuta a Fidel Castro Grin
#12 | Markino il 11/05/2020 18:14:51
Grin
#13 | Cesco il 11/05/2020 21:58:23
Immagino possa dipendere anche da come è associabile la vettura al personaggio famoso.
Una vettura appartenuta a un personaggio come altre questo ne ha possedute immagino sia valutata molto meno rispetto a una vettura che ha di suo "contribuito" al personaggio. Penso alla Porsche di James Dean, ad esempio. Sicuramente Dean avrà posseduto altre vetture, susciterebbero però lo stesso effetto della "Piccola bastarda"?
#14 | mikitiki94 il 11/05/2020 22:08:32
#15 | bob91180 il 11/05/2020 22:16:22
Un noto collezionista della mia zona ha acquistato alcuni anni fa una Jag E coupe' , primo intestatario St Moss , per 100k euro , in condizioni mediocri con lavori da fare ... oggi potrebbe sicuramente realizzare un grosso affare rivendendola ...
#16 | Danip il 11/05/2020 22:39:29
Sinceramente la Leontina Pettenella e' di gran lunga meglio , poi e' motorizzata 2litri

Non ne avevo mai sentito parlare, comunque mi sembra una replica ben fatta.
L'ho anche aggiunta alla lista dei modelli mancanti: chissà se prima o poi qualcuna finirà su queste pagine...
#17 | Markino il 12/05/2020 00:03:35
Non sarà semplice: ne sono state realizzate circa 12, anche se la carrozzeria marchigiana Pettenella aveva piani più ambiziosi.
Credo comunque che siano ancora quasi tutte esistenti.
#18 | pigi54 il 12/05/2020 02:19:08
Ritornando alle vetture dei personaggi famosi tutto dipende dal personaggio e dall'aquirente la Caddy rosa comprata nuova da Elvis con tutti i suoi fanclub verrebbe venduta sicuramente ad un prezzo molto più alto di una normale, la Ferrari 250GTE e la 330 GT con il libretto di prima immatricolazione con il nome di Enzo Ferrari spunterebbe cifre molto piu alte ,e sono a conoscenza che purtroppo la 250 GTE della Polizia stradale ex Maresciallo Spatafora di proprietà di un privato ora in vendita ,del valore di circa 350 400 mila euro per un auto di serie ha ricevuto un offerta di 2 milioni di euro.
#19 | deltago92 il 12/05/2020 06:26:47
purtroppo la 250 GTE della Polizia stradale ex Maresciallo Spatafora di proprietà di un privato ora in vendita

SadSad
#20 | Markino il 12/05/2020 07:30:50
Do quasi per scontato che finisca all'estero, in tal caso.
Ci sarebbe voluta una sorta di diritto di prelazione da parte della Polizia di Stato, o altro tipo di vincolo come patrimonio nazionale, difficili in realtà da mettere in piedi come costrutto giuridico.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato