Immagine

Alfa Romeo Giulia Nuova Super 1300

giuliaargiuliasuper20230414.jpg
Anno 1976 (ARGiuliasuper).

Data: 14/04/2023
Commenti: 12
Visualizzazioni: 1199
Commenti
#1 | oinotna il 14/04/2023 09:15:44
Le luci rosse funzionano!
#2 | neim4 il 14/04/2023 10:13:24
Dalla foto sembra stia andando fortissimo!Shock
#3 | alequattro75 il 14/04/2023 10:28:14
Incredibile come l'eliminazione del gradino nel cofano baule, riesca a banalizzare la coda di questa splendida vettura.
Bellissimo invece l'anteriore della Nuova Super.
#4 | bob91180 il 14/04/2023 10:38:51
Pino/cinghiale di grande appèal ...
#5 | Markino il 14/04/2023 10:42:32
Magnifico ed ardito scatto dinamico per questo esemplare in gran spolvero rifinito in una delle tonalità che prediligo, tipicamente abbinata alla selleria in finta pelle "cinghiale".
Oramai esteticamente non più "fresca", nel 1976 la "Nuova Super" si vendeva ancora discretamente - nonostante le difficoltà economiche attraversate dal Paese - grazie alla notevole affidabilità maturata ed affinata nel lungo arco di produzione, e alle prestazioni ancora di prim'ordine nella relativa fascia merceologica (e non solo).
La "vasca" nel coperchio baule è un elemento stilistico "forte" e connaturato al modello, con una precisa funzione aerodinamica; nel 1974, anno del restyling, si ritenne probabilmente, forse non del tutto a torto, che quell'incavo potesse sembrare datato, sebbene in Alfa Romeo vigesse la tendenza ad evitare la modifica degli stampi dei lamierati, anche a distanza di anni dal lancio della capostipite.
#6 | IL BUE il 14/04/2023 13:04:41
Foto spettacolare! Geniale aver collegato il retronebbia all'impianto degli stop, così da renderlo una sorta di "terzo stop". Chissà se ha preservato l'originale funzione di fendinebbia.
Per motivi affettivi, nonostante le giuste osservazioni sul lato estetico, per me questa "è" la Giulia. Al cuor non si comanda
#7 | Transaxle73 il 14/04/2023 13:13:06
sebbene in Alfa Romeo vigesse la tendenza ad evitare la modifica degli stampi dei lamierati

Giuseppe Busso o Domenico Chirico, non ricordo chi dei due, chiamava gli stampi le "vacche sacre".
#8 | Astrale il 14/04/2023 13:32:01
Tutto sommato non trovo male il cofano piatto della nuova super anche se il precedente è caratteristico, anche a me questo abbinamento cromatico garba assai. Ritengo che il fendinebbia non sia collegato agli stop perché dovrebbero avere la stessa intensità luminosa in quanto ambedue funzionano con lampadina da 21 Watt
#9 | 1600 GT il 14/04/2023 15:51:01
Meravigliosa e con un ottimo accostamento colore/interni. Il cofano piatto a mio avviso da un'immagine di restyling al passo con i tempi, nel senso che, almeno secondo la mia modesta opinione, si è fatto un riuscito aggiornamento ad una vettura nata nel decennio precedente. Infatti era decisamente moderna nei 60 e non affatto superata a metà anni 70, grazie anche a questa caratteristica.
#10 | deltago92 il 14/04/2023 19:34:41
Geniale aver collegato il retronebbia all'impianto degli stop, così da renderlo una sorta di "terzo stop". Chissà se ha preservato l'originale funzione di fendinebbia.

Ritengo che il fendinebbia non sia collegato agli stop perché dovrebbero avere la stessa intensità luminosa in quanto ambedue funzionano con lampadina da 21 Watt

Solo l'avvistatore ci può dire se era in fase di frenata oppure se si è trattato di una dimenticanza: è vero che stop e retronebbia usano lampade uguali, ma l'usura delle plastiche e la diversa parabola interna dei due fari fanno sì che il retronebbia faccia più luce.
Comunque anche a me farebbe piacere se fosse collegato agli stop, una luce in più per segnalare che si sta frenando non fa mai male. Se poi il lavoro è fatto bene usando due relè allora il faro aggiuntivo può svolgere anche la funzione originale in caso di nebbia.
#11 | S4 il 14/04/2023 20:39:51
una luce in più per segnalare che si sta frenando non fa mai male

Senza dubbio, ma così in basso è praticamente inutile, inoltre non è in regola con il CdS.
#12 | ARGiuliasuper il 17/04/2023 21:48:42
Era in fase di frenata per poter svoltare a sinistra ed immettersi sulla strada trasversale che si intravede. La lampada supplementare si accendeva con gli stop. Non saprei dire se funge anche da fendinebbia perché, come si può notare, nel giorno dell'avvistamento la visibilità era eccellente. Posso solo ipotizzare che il fendinebbia sia stato installato nella provincia della targa, e convertito in terzo stop quando la vettura si è spostata verso latitudini meno nebbiose.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato