Immagine

Renault 5 GTL Le Car 3p.

r5lecartotal84.jpg
Anno 1984. (foto "Total III")

Data: 14/11/2008
Commenti: 8
Visualizzazioni: 2655
Commenti
#1 | Total III il 14/11/2008 01:47:17
Le R5 sono praticamente sparite dalle mie parti, e ti sono andato a beccare due serie speciali Le Car..... I casi della vita! Wink

Questa è una GTL (motore 1100 con cambio a 5 marce) disponibile solo con carrozzeria tre porte.
Esteticamente identica alla TL (950 cm3, tre e cinque porte) all'interno montava però i mitici, bellissimi sedili anatomici "a petalo" e qualche accessorio in più, come orologio, predisposizione radio, moquette, accendisigari.
Come livello più basso c'era la L (solo tre porte) che non montava neanche tergilunotto, luci di retro, vetri post. a compasso, poggiatesta.
A dire il vero non ne ho mai viste in giro.

Non fù invece mai importata (ne avevo già parlato) la bellissima versione Turbo, praticamente un'Alpine Turbo semplificata.

Curiosità: "LE CAR" era la denominazione delle R5 per il mercato Nordamericano. Chissà perchè la sigla venne rispolverata per ribattezzare da noi questa serie conclusiva (che in patria si chiamava "Laureate" )? Boh!!! Pfft
#2 | FIESTALEX il 14/11/2008 19:24:56
Anche da me di R5 non se ne vedono più da tempo e purtroppo questo mi dispiace moltissimo, era una bella macchina. Questa Le Car è davvero molto carina in tinta bianca monocolore. Cool
#3 | leosanto il 14/11/2008 19:48:50
gia' e' un modello ormai estinto e sinceramente non capisco perche'! Nella mia vita ho visto piu' Visa di R5 e di questo non mi capacito... nonostante la Visa sia un po piu giovane della R5, non c'e' confronto in termini di vendite dato che la R5 e' stata una bestseller per 12 anni... mah Sad
#4 | chucknorris il 15/11/2008 15:56:43
Molto bella!Smile
La Régie commercializzò in Francia, nel 1978, anche 6000 esemplari della versione destinata al Nordamerica, seppur con alcune modifiche estetiche. Era caratterizzata da tre colori disponibili, il gris argent métallisé, il gris Elysée métallisé, il rosso; paraurti neri;strisce adesive laterali argentate o rosse;catadiottri laterali stile USA;cerchi in acciaio;antenna radio;listelli cromati lungo la calandra;maniglie porta in plastica;lunotto termico; scritte adesive "Le Car" lungo le portiere, il cofano motore e il portellone.
img135.imageshack.us/img135/4174/5lecarpubrr1.jpg
#5 | chucknorris il 15/11/2008 16:14:33
Fra l'altro la versione GTL Le Car per l'Italia, del 1984, si differenziava dalla normale GTL anche per l'assenza del fascione paracolpi laterali. La Le Car rimase in listino fino ai primi mesi del 1985 (non ricordo se marzo od aprile) e fu prodotta in allestimento L,TL 3p e 5p,GTL 5p.Wink
Tornando invece alla Le Car francese del 1978,gli interni erano caratterizzati dasbavvedili integrali sportivi,moquette al pavimento,orologio digitale,vetri bronzati (come saranno poi montati sulla TX),specchietto di cortesia lato conducente,comando Open/Lock alle portiere,corona del volante rivestito in cuoio,predisposizione autoradio,contachilometri parziale,contagiri,accendisigari con portacenere,spot di lettura orientabile.Cool
#6 | Total III il 15/11/2008 17:14:34
Sì, ciò che contraddistingueva le Laureate / Le car era la quasi assoluta uguaglianza estetica. Così, se TL e GTL perdevano i fascioni (orgoglio della GTL che li montava, novità assoluta, dal 1976) la Turbo perdeva i magnifici cerchi in lega e tutti gli stemmi Alpine.

La Le Car menzionata da Chuck era effettivamente la versione per gli USA (realizzata su base della TS 1300) dirottata sul mercato francese: non avevano fatto altro che sostituire paraurti, fanali e contakm con quelli per le versioni europee.
Da noi una cosa simile successe all'epoca per le Alfetta 2.0 Li America......Wink
#7 | Total III il 14/03/2014 22:40:34
Riesumo questo mio vecchio scatto per un aggiornamento su questa rara Le Car GTL, di cui da tempo avevo perso le tracce: è stata salvata da rottamazione quasi certa proprio grazie a questa foto, da un appassionato romano che ne cercava una da tempo. Attraversato il Tirreno con tariffa folle (quasi superiore al prezzo d'acquisto) sta subendo un restauro conservativo molto accurato.
Come avevo sospettato, il chilometraggio di questa vettura si era mantenuto assai basso nei primi 25 anni di vita, dopo i quali aveva cominciato a subire un utilizzo cittadino quantomai poco indicato, con bottarelle, usura meccanica e sporcizia diffusa.
Non resta che attendere le foto dell'avvenuto ripristino, da parte mia sono contento per una storia, per una volta tanto, a lieto fine. Smile
#8 | marnile il 20/03/2018 20:33:44
clapsclapsclapsclapsclaps Queste sono le storie di salvataggi che mi piace sentire sempre di più, non riferite ai soliti modelli!!!!!!!!!!
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato