Immagine

Ford Taunus 17M P3

fordtaunus17m20140303.jpg
Anno 1963 (Super207).

Data: 04/03/2014
Commenti: 14
Visualizzazioni: 2507
Commenti
#1 | IOM il 04/03/2014 08:51:47
accidenti che fascino....
#2 | francesco78 il 04/03/2014 10:05:59
la prima impressione è stata quella di vedere un dinosauro...
però... targa e fanaleria in ottima forma a fronte di una carrozzeria fatiscente, seppur originale... chissà che storia si porta dietro...
#3 | Markino il 04/03/2014 10:39:39
Irrimediabilmente malconcia e difficilmente recuperabile, dato il valore collezionistico modesto, e la grande difficoltà nel reperire i ricambi, conservati prevalentemente nel Nord Europa. Se oggi è rara ovunque, a suo tempo fu una vettura molto apprezzata ed abbastanza diffusa, oltre che nella Germania Occidentale (dove la gamma Ford era completamente separata da quella della filiale britannica), nei tradizionali mercati dell'area del marco, in Francia e in Svizzera; anche da noi conobbe una discreto successo, intercettando il momento, l'anno 1962, in cui furono eliminate le residue barriere tariffarie che colpivano le vetture importate dai paesi comunitari (allora soltanto cinque, oltre all'Italia), facilitando un import di vetture straniere che nel 1963 arrivò alla percentuale, strabiliante per allora, del 20%.
Una vettura che, specie nel frontale con i grandi fari ovali incassati, può apparire oggi curiosa e bizzarra, ma che nel 1960 fece sensazione per il design gradevole e moderno, caratteristiche alle quali si univano robustezza, costruzione accurata, abitacolo spazioso, e motorizzazioni 1,5 lt. e 1,7 lt. discretamente brillanti.
Posso dirlo ? Quest'auto mi fa impazzire, soprattutto nelle colorazioni più vivaci, spesso accompagnate dal padiglione bianco. A più di una mostra, ho recentemente sostato in contemplazione di fronte a una strepitosa e rarissima TS due porte grigio chiaro, targa originale SV 4, facilmente rintracciabile tra gli annunci di vendita in rete; spero capiti presto l'occasione di pubblicarla su questo sito, anziché di rivederla con targhe tedesche, olandesi o svizzere.
La "M" che integra la sigla numerica è l'inziale della parola "capolavoro" in tedesco (Masterpiece in inglese).
#4 | bob91180 il 04/03/2014 10:46:53
Effettivamente erano abbastanza diffuse all'epoca ... amici dei miei ne possedevano una simile a questa , grigio grafite , ed un mio caro parente ebbe per parecchi anni una due porte bianca ...
#5 | Super207 il 04/03/2014 11:07:25
Anteriore e particolare .

i58.tinypic.com/214sfa1.jpg

i62.tinypic.com/10f3pyu.jpg
#6 | Markino il 04/03/2014 11:17:45
Escludendo che l'asportazione del frontale sia il prodromo di un restauro, la vettura potrebbe venire bene come donatrice di organi per un esemplare gemello...
#7 | S4 il 04/03/2014 11:21:55
Posso dirlo ? Quest'auto mi fa impazzire, soprattutto nelle colorazioni più vivaci

Una vettura certamente particolare, ma che fatico ad associare alla gradevolezza stilistica. nghenghe
#8 | PrinceMax il 04/03/2014 11:37:14
Ottime foto, come sempre d'altronde. Sicuramente il suo forte non era l'armonia estetica, ma risultava un'auto molto molto particolare, che con l'occhio dell'amatore preferisco oggi mille volte alle sue "discendenti". Ha pure le targhe originali, davvero un colpo al cuore vederla così ridotta. Sad
#9 | IL BUE il 04/03/2014 14:46:33
Solo per quell'adesivo sul lunotto, questa "badewanne" meriterebbe il restauro
#10 | 1600 GT il 04/03/2014 17:51:41
Davvero un auto affascinante e particolare, la più bella secondo me delle Taunus serie M. Peccato che sia ridotta così male e a quanto pare non è in attesa di un restauro: a volte mi chiedo come si fa a lasciar marcire auto di cotanto valore e bellezza. Spero solo che qualche appassionato non badi a spese per riportarla a nuovo, anche se sarà difficile.
#11 | Faby e Francy 4ever il 05/03/2014 11:58:39
Mi sa che il rodaggio l'ha già passato da un bel pezzo
#12 | vittoriale il 06/03/2014 00:07:18
Dal momento che non c'è più il meccanismo di valutazione, esprimo una "dichiarazione di voto": Ottimo (nonostante tutto)! Grin
#13 | Stephan il 25/03/2017 20:38:36
Faccio una domandina... È possibile vedere se a distanza di tre anni questa è ancora "viva"?
#14 | Super207 il 25/03/2017 23:14:11
Faccio una domandina... È possibile vedere se a distanza di tre anni questa è ancora "viva"?

Purtroppo non saprei, non son più passato dal posto e sul sito dell'AdE non risulta .
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato