Immagine

Alfa Romeo Alfasud Giardinetta

alfasudgiardinettafreccetricolori20180414.jpg
Anno 1976 (freccetricolori).

Data: 14/04/2018
Commenti: 28
Visualizzazioni: 2449
Commenti
#1 | time101cv il 14/04/2018 09:24:33
La targa è "CO 47"
#2 | atae21 il 14/04/2018 09:26:35
Porcaccia, vuol dire che era stata immatricolata da nuova dalle mie parti! Magari da piccolo l'avrò pure vista qualche volta, chissà... Sicuramente oggi di un appassionato viste le condizioni e la cura dei particolari che si notano dalla foto in questione (in ambientazione molto suggestiva).
#3 | astraG il 14/04/2018 09:30:58
Soggetto che per chi va a caccia di modelli da fotografare rappresenta una autentica chimera piu' per la rarità che per bellezza
Davvero una delle poche sopravvissute!
#4 | blackboxes66 il 14/04/2018 09:57:20
Ha avuto il miglior destino che si possa augurare ad un'auto: fa parte di una grande collezione privata di Alfa Romeo ed è stata protagonista di un capitolo di uno dei libri di Gippo Salvetti.
#5 | MaxNizza il 14/04/2018 10:00:49
This is the proof that miracles exist! Congratulations for this amazing find.
#6 | Neeskens78 il 14/04/2018 10:35:38
porcamiseria che rarità! Shock non ne ho mai vista una in vita mia se non in foto, in realtà non pensavo nemmeno ne esistessero più... complimenti davvero per l'avvistamento!
#7 | Alfa33 il 14/04/2018 10:52:05
Incredibile, saranno oltre 20 anni che non ne vedo una; sicuramente non è una delle Alfa che preferisco, ma apprezzo la rarità estrema.
#8 | Frabo187 il 14/04/2018 12:48:25
Pazzesco, a fatica ricordo di averla vista in foto, figurarsi dal vivo! Complimenti all'avvistatore e soprattutto al proprietario!
#9 | svalvolatogiallorosso il 14/04/2018 14:29:54
Notevolissimo avvistamento complimenti al proprietario
#10 | oinotna il 14/04/2018 15:31:11
Vista la foto con ambientazione lacustre, la prima cosa che mi viene in mente è che probabilmente sono stati rimessi a lucido anche i listelli in legno che erano sul piano del bagagliaio, come nei migliori motoscafi all'ormeggio in porto!
Che viaggio mentale!!!!
#11 | 5speed il 14/04/2018 16:18:21
Urca cosa vedo.....ne ricordo una l'estate del '98 in un paesino dell'Abruzzo in uso quotidiano......allora, al centro-sud ce n'erano di mezzi anni 60-80.....
#12 | Biturbo83 il 14/04/2018 16:37:11
Esatto Antonio! Una raffinatezza il pianale in legno.
Tra l'altro a me questa versione familiare è sempre piaciuta.
Ora è quasi da snob.
5 speed...al centro sud c'è ancora una miniera (per fortuna) di vecchie autoSmile
#13 | deltago92 il 14/04/2018 17:34:48
Dopo 10 anni di Targhenere riusciamo ancora a scovare unicorni a quattro ruote Shock
#14 | 1600 GT il 14/04/2018 17:54:18
Rarità estrema!!! Io ne ricordo due, una verde pino, che girava in una località balneare abruzzese, e una, di una signora che abitava nel mio palazzo, color Corallo Torre del Greco, e rottamata nel 1996 per una Seat Ibiza GLX usata.
Grandissimo avvistamento, anche se ho sempre preferito la berlina a questa a dir il vero piuttosto bruttina versione Giardinetta.
#15 | polar il 14/04/2018 18:52:51
Non ricordo di averne mai vista una, eppure nei suoi anni non doveva essere una rarità assoluta..
Molto interessanti le varianti sw a 3 porte
#16 | 5speed il 14/04/2018 20:21:12
Biturbo> Beh si, certo, ancora molto c'è, certo non ai livelli di 20 anni fa, già dopo un po' di anni in quelle zone vidi che iniziavano a comparire auto più moderne in circolazione....però certo, nei garage e nei cortili ci sarà stato di ogni....però anche se più rarefatte ogni tanto pure qua al nord saltano fuori belle cosette.....e qualcuna, seppur raramente, arriva pure nei rottamai....
#17 | gabford il 15/04/2018 00:34:54
Avvistamento stupendo. Dalle mie parti ce n'è una identica, ritargata con targhe bianche GO, ferma e seminascosta in un giardino.
#18 | Transaxle73 il 15/04/2018 16:16:45
A memoria ricordo di averne vista una quando frequentavo la scuola elementare, era in tinta Verde Matese.Strabiliante vederne una ancora in circolazione.
#19 | Mat75 il 15/04/2018 20:20:44
Pregiatissima più per la rarità che per la bellezza....i millerighe comunque le stanno bene...Smile
#20 | Markino il 15/04/2018 20:56:55
Solo 6mila circa furono le "Giardinetta" costruite tra il 1975 e l'inizio del 1980; già ai tempi, era molto difficile vederne qualcuna in giro, mentre lo scarso gradimento sul mercato dell'usato ha probabilmente contribuito alla scomparsa di quasi tutto il parco già in anni lontani. Solo pochi incalliti amatori del marchio, come, tipicamente, "Gippo" e i suoi affiliati dell' "Alfa Blue Team", si sono intestarditi a salvare alcune unità altrimenti destinate a fine certa.
Esemplare favoloso in livrea - mi pare - grigio indaco (che per le "Alfasud" dovrebbe però assumere un'altra denominazione), impreziosito dai millerighe, che, anche qui, fanno un figurone. La trasformazione della carrozzeria non è certo un capolavoro di design (pur non dispacendo ai miei gusti), ma il tema non era affatto dei più semplici, e l'attenzione per lo stile nel genere delle break non era ancora così viva come nel decennio successivo, quando le familiari avrebbero iniziato ad imporsi come vetture alla moda.
Notevole lo scatto all'imbrunire su paesaggio lacustre.
#21 | gabford il 15/04/2018 22:48:44
mi pare - grigio indaco

Credevo fosse bianco nghenghe. Anche perchè, per la Giardinetta, non mi sembra fosse disponibile il grigio per il mercato italiano dubbio
Ad ogni modo, le denominazioni partenopee delle tinte per l'Alfasud mi piacciono un sacco Smile.
#22 | mikitiki94 il 15/04/2018 22:57:35
Se è lei il colore dovrebbe chiamarsi "Grigio Somma"
http://www.alfasu...9_904A.htm
#23 | blackboxes66 il 16/04/2018 10:19:56
Vista di persona: è grigia.
Per il design, secondo me sarebbe bastato arrotondare l'angolo di attacco del montante posteriore, come avviene per quello anteriore, per migliorare lo slancio della fiancata. Comunque, rispetto alle altre SW dell'epoca di pari categoria, non era male. Ha pagato un prezzo più alto delle altre non accompagnato da un allestimento all'altezza della situazione.
#24 | sir alec il 16/04/2018 15:04:53
Questa versione dell'Alfasud mi ha fatto sempre strabuzzare gli occhi (più per la rarità,in quanto non mi sembra particolarmente riuscita). Dal vivo ne ho vista soltanto una, grigio indaco, da uno sfasciacarrozze a metà degli anni '90. Per anni ho creduto che fosse una trasformazione artigianale. Trovo che i millerighe e le condizioni superbe di questo esemplare ne rendano più aggraziate e pregiate le linee. E il contesto lacustre fa sì che questa sia una di quelle foto che tutti noi targaneristi vorremmo - almeno una volta nella vita - scattare.
#25 | Marlon il 16/04/2018 17:07:05
A parte l'esemplare esposto ad una delle ultime edizioni della fiera di Padova (nello stand del club di modello), l'unico di cui abbia ricordo lo vedevo da bambino nella mia città: di colore verde, lo ricordo bene perché la linea mi incuriosiva e al contempo mi lasciava perplesso
#26 | Mc 127 il 16/04/2018 19:30:51
IN PIEDI SUL DIVANO!!! Grin
Modello incantevole, rarità indiscussa, fotografia da sogno. claps
Anche nel caso della Giardinetta va sottolineato un interesse notevole nei paesi tedescofoni: ma penso già all'epoca, forse complice l'elevato numero di migranti italiani.
Senza il minimo dubbio conserva un posto speciale nel mio garage virtuale.
Curiosamente anch'io ho un ricordo (estremamente vago) di un esemplare verde Matese: presumo nella mia città...
#27 | gabford il 17/04/2018 00:57:08
Vista di persona: è grigia.

Chiedo scusa, il Grigio Somma era effettivamente a listino per la prima serie. Per la seconda invece no (c'era solo il Grigio Indaco destinato ai mercati esteri).
#28 | amonks il 17/04/2018 18:37:53
Manco due giorni ed escono queste meraviglie... che dire, da applausi! Mai vista una in foto e tantomeno dal vero: complimenti al proprietario e a "freccetricolori"!
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato