Immagine

Ford Anglia 105R De Luxe

fordangliaargiuliasuper20200918.jpg
Anno 1963 (ARGiuliasuper).

Data: 18/09/2020
Commenti: 14
Visualizzazioni: 1173
Commenti
#1 | time101cv il 18/09/2020 08:14:25
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2020/09/ford_anglia_de_luxe_2.jpg
(foto "ARGiuliasuper" )
#2 | bob91180 il 18/09/2020 09:23:57
Notevolissimo esemplare di un modello inconfondibile , ed ancora corredato di prime targhe ...
Accostamento colori molto gradevole , sobrio , e tipico per l'epoca ...
#3 | harisontour il 18/09/2020 11:49:11
Non ci posso credere...un altro Anglista nella mia città e non l'ho mai incontrato?
#4 | IL BUE il 18/09/2020 11:59:02
Non è detto che la città della targa corrisponda al luogo effettivo dove si trova la vettura, specie se è d'epoca
#5 | harisontour il 18/09/2020 12:01:37
Mi è stata segnalata da due persone diverse in questi mesi un'altra Anglia, grigia, in città, quindi dev'essere per forza lei...
#6 | Sauro il 18/09/2020 13:05:47
Una delle mie preferite!
#7 | Transaxle73 il 18/09/2020 13:08:56
Ci sono alcune vetture che trascorrono la loro vita in un mesto anonimato quando poi diventano, spesso al termine della loro produzione, delle star del cinema (nel bene e nel male). La Anglia sta alla saga di Harry Potter come la Bianchina a quella di Fantozzi.
#8 | Alfa33 il 18/09/2020 14:13:31
Esteticamente è molto ricercata e simpatica, mi piace.
#9 | Markino il 18/09/2020 14:14:59
Amando sulle auto le forme barocche non molto meno di quelle più classiche, la "Anglia" gode naturalmente del mio apprezzamento. All'epoca, il nostro mercato le garantì un breve ma significativo - per i numeri di allora - successo commerciale, poi stroncato con la netta ascesa di vetture di provenienza CEE del calibro della Volkswagen "Typ 11/113" o della SIMCA "1000", complice anche lo spegnersi del clamore per la sua estetica "effimera"; la fase calante iniziò già nel 1963, peraltro un anno "boom" per le vetture di importazione.
Bellissimo l'esemplare in foto, probabilmente restaurato qualche tempo fa, e in un gradevole accostamento colori esterno/interno.
#10 | Sauro il 18/09/2020 14:56:07
... per non parlare dell'Anglia di Michelotti: una delle auto più brutte del periodo. Certo non favorì il rilancio del modello.
#11 | 1600 GT il 18/09/2020 16:18:56
Non mi è mai dispiaciuta questa vetturetta inglese che qui da noi ebbe un certo successo commerciale. Questo colore poi credo le stia molto bene.
#12 | ARGiuliasuper il 18/09/2020 18:08:52
Gli interni sono talmente splendidi che, probabilmente, sono stati rifatti. L'esterno è di grande fascino perché non è brillantissimo. Potrebbe essere un conservato mirabilmente lucidato oppure sarà stato riverniciato qualche anno fa.
#13 | aureliab20 il 19/09/2020 14:40:47
Sicuramente il proprietario non guarda il valore economico della vettura, ma predilige la perfezione e la conservazione. Sono con lui.
#14 | LFL il 19/09/2020 23:16:21
Quoto Markino: la VW si fece largo per il prezzo e la Simca 1000 per la modernità (della linea più che della meccanica stile Fiat 600, da cui in parte derivava come ex progetto 122 della Fiat, ceduto poco tempo prima che la Chrysler acquisisse - proprio dagli Agnelli - la maggioranza della Simca.

L'Anglia pagò il suo tributo estetico alla moda delle pinne e dei parafanghi con testate alte e sporgenti: la sua meccanica però era validissima (soprattutto i gloriosi motori Kent, sopravvissuti fino a circa 15 anni fa) tanto che fu trapiantata senza grosse modifiche sulla Escort, che "vendicò" l'antenata producendosi in un largo successo commerciale.

A me è sempre stata simpatica, anche se le preferisco - tra i modelli della sua categoria - un'altra britannica, con impostazione meccanica analoga, ma un disegno di carrozzeria più intelligente: la Austin A40 (prodotta anche da Innocenti).
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato