Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 13

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,669
· Benvenuto a: mssimiliano1977
Immagine
> Altre - Europee > Panhard PL 17 Relmax << >>
panhardpl17alfa3320170622.jpg
Anno 1963 (Alfa33).

Data: 22/06/2017
Commenti: 18
Visualizzazioni: 1834
Commenti
#1 | time101cv il 22/06/2017 08:44:30
www.targhenere.net/images/006/panhard_pl_17_relmax_1963_640x360_1_zpsh9mkc06f.jpg
(foto "Alfa33" )
#2 | Total III il 22/06/2017 08:49:46
Che meraviglia, che incredibile assurda meraviglia!!
#3 | oinotna il 22/06/2017 08:53:29
Addirittura!!!!
Le vetture di questa marca mi hanno sempre affascinato per quel misto fra eccentricità e soluzioni particolari.
#4 | Biturbo83 il 22/06/2017 09:18:25
Questo per me è già l'avvistamento top dell'anno!
Targa originale del mio anno, tinta tipica del periodo, condizioni perfette, ma non da vetrina e poi originale e rarissima, quasi avveniristica.
Marca che mi è sempre piaciuta e ricordo anche la versione familiare o break di questo modello, insieme alle sempre belle 24 CT e BT.
Super complimenti a proprietario ed avvistatoreclaps
#5 | atae21 il 22/06/2017 09:20:07
Ogni tanto capita di vederne a fiere o raduni; c'è un club di marca molto attivo e ben organizzato. Questa specifica versione "Relmax" non l'avevo mai sentita. Qualcuno sa di preciso cosa la differenzia dalle altre "PL 17"?
#6 | Biturbo83 il 22/06/2017 10:01:30
Penso fosse solo una versione più lussuosa, ma forse markino risolve il tuttoWink
#7 | Markino il 22/06/2017 10:16:14
Grin
Dovrebbe essere proprio la versione di lusso della serie "B", lanciata a fine 1963 (MI 84 si colloca infatti in quel periodo).
E' appena la seconda berlina pubblicata sul sito, ma, a differenza della precedente targata CO, questa mi giunge nuova, facendo la mia gioia in quanto amante del modello e del marchio. Un appassionato novarese ne possiede ben 7, tra berline e Coupé (anche con targhe originali), ed ha avuto un ruolo determinante nell'organizzazione del raduno internazionale tenutosi l'anno scorso proprio a Novara, che ho setacciato per bene con Alfa33.
Esemplare conservato, favoloso, in livrea non infrequente per il modello; i rostri dovrebbero essere aggiunti (magari un accessorio after market), peraltro indispensabili per proteggere i delicati paraurti in alluminio, inclini a recepire anche il minimo colpo.
#8 | FeDeesse il 22/06/2017 10:37:29
oh mon dieu!

pazzescamente pazzesca

una bicilindrica francese di razza, motore spinto, nonostante la cubatura limitata.

versione accessoriata con ruote ed interni specifici.
i paracolpi anteriori e posteriori sono dei "Sacred" , accessorio aftermarket molto frequente ai tempi sia su panhard che su ID/DS19 e successivamente anche peugeot 204 (anche Break).
#9 | amonks il 22/06/2017 11:47:04
Molto affascinante! Ne contiamo già due di Panhard a TN sopravvissute a Milano, una è quella che ho immortalato anni fa ma è una "24" di qualche anno dopo
http://www.targhe...o_id=14814
#10 | Markino il 22/06/2017 13:11:10
Ne contiamo già due di Panhard a TN sopravvissute a Milano

Inevitabilmente, considerata la numerosità del parco circolante e la varietà della clientela residente, ai tempi a Milano e provincia circolava un discreto numero di Panhard, anche se disperse tra molte decine di migliaia di altre macchine.
Resta da beccare fuori raduni l'esemplare stratosferico in tonalità verde chiaro targato MI 78 (1963) conservato nell'hinterland milanese, che Alfa33 ricorderà benissimo poiché, al raduno a Novarello, abbiamo avuto modo di esaminarlo per bene, anche a cofani aperti.
#11 | IL BUE il 22/06/2017 14:29:05
Ne gira una dalle mie parti, e purtroppo ho solo potuto apprezzarne l'urlo del motore "Tigre". Non dispero di pescarla un giorno parcheggiata. La quintessenza della filosofia francese di fare auto, forse ancora più audace della Citroen. Fantastica.
#12 | LeleDS19 il 22/06/2017 14:32:52
Incredibili le Panhard, con solo 850 cc. Avevano prestazioni eccezionali per l' epoca.
Per me che sono citroenista incallito l' unica altra auto che mi comprerei, magari ante 62.
Bellissima!
Mi ricordo ancora di un viaggio fatto da bambino con mio padre su di una 17 marrone!
#13 | berto88fi il 22/06/2017 15:27:35
Anche nella mia città circola un esemplare rosso targato Siena, viene tirata fuori saltuariamente e solo per raduni,
sarà molto difficile immortalarla.
#14 | vivi61 il 22/06/2017 16:43:37
Sembra usata quotidianamente,il problema saranno i ricambi,è semplicemente fantastica,mai vista dal vero,io possiedo i due modellini della Norev in plastica questa e la versione break, ma in circolazione non ne ho mai viste.
#15 | 1600 GT il 22/06/2017 18:12:43
Mi ha sempre assai intrigato questa vettura d'oltralpe, sia per la rarità, sia per la linea originale e gradevole ai miei occhi e sia per la particolarità data dal motore bicilindrico montato su di un auto non proprio piccolissima e che le consentiva prestazioni impensabili per quella cubatura.
Magnifica.
#16 | free_runner il 22/06/2017 21:16:05
Mai vista una dal vivo...
Però ricordo che su un vecchio numero di quattroruote, si raccontava la storia di un meccanico di Parma che monto' il motore di una panhard (dyna?) su una 500, con il risultato di seminare puntualmente le auto della polizia che provavano ad inseguirlo...
#17 | Alfa33 il 22/06/2017 22:25:26
Avevo sbagliato strada per l'ennesima volta, iniziavo ad arrabbiarmi un po', ed ecco che apparve questa meraviglia.
Il raduno internazionale dello scorso anno nel novarese resta una delle manifestazioni più belle in assoluto, molto interessanti i vari modelli del marchio, quasi tutti novità assolute per me, considerando anche che alcuni non venivano importati in Italia o risalivano alla fine degli anni 30.
#18 | manug75 il 23/06/2017 12:51:22
A Milano, dovrebbe essere conservata un'altra PL17 con targa originale Rieti (la mia città) a 5 cifre. Qualcuno ne è a conoscenza? E' stata mai avvistata?
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato