Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 9

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,544
· Benvenuto a: massi67
Immagine
> Altre - U.S.A. > DeSoto Firesweep 4-Door Sedan << >>
desotofiresweepfil20180822.jpg
Anno 1959, targhe europee del 2004 (fil82).

Data: 22/08/2018
Commenti: 16
Visualizzazioni: 1059
Commenti
#1 | time101cv il 22/08/2018 10:13:41
La targa è "CR --- -W"
#2 | atae21 il 22/08/2018 11:02:33
Qui siamo davanti ad un appassionato al 100% dell'auto che possiede (o degli USA in generale). Per comprarsi anche una roulotte in tinta con l'auto, non può essere altrimenti! claps
#3 | Neeskens78 il 22/08/2018 12:24:01
in tinta e anche in perfetto stile direi Smile davvero niente male
#4 | FeDeesse il 22/08/2018 12:28:33
molto bella ed imponente,ho visto una cosa simile con una cadillac '59 in francia.
PS: non oso immaginare i consumi...
#5 | neim4 il 22/08/2018 15:15:18
Tifoso al seguito del Giro d'Italia
s15.postimg.cc/hvpxb5bp3/20180822_141407.jpg
#6 | mx5dan il 22/08/2018 15:24:36
Tifoso al seguito del Giro d'Italia

Edizione del 1983? Grin

Ammetto la mia ignoranza, non conoscevo minimamente la DeSoto. Il proprietario ha fatto una scelta sicuramente inconsueta per i suoi trasferimenti vacanzieri, ma devo dire che esteticamente il binomio è apprezzabile.
#7 | Cesco il 22/08/2018 16:12:02
La roulotte sembra essere coeva alla macchina, il che accresce ulteriormente il valore del binomio e l'apprezzabilità delle scelte del proprietario!
#8 | Biturbo83 il 22/08/2018 22:08:17
Marchio non comune DeSoto e mi pare che papà Cunningham di Happy days ne avesse una, anche se non questo modello..
#9 | LeleDS19 il 22/08/2018 23:30:08
Non capisco se la roulotte sia di produzione italiana o meno, sembra una Graziella anni' 60.
Le ruote sembrano quelle della 1.100 Fiat.
Probabilmente riverniciata nella metà inferiore dello stesso colore della De Soto.
#10 | gabford il 23/08/2018 00:26:17
Complimenti per l'avvistamento e anche per la prima DeSoto pubblicata nel sito. Nel 1959 la DeSoto, già sulla via del declino, proponeva tre modelli principali (Firedome, Fireflite e Firesweep). La Firesweep, al suo ultimo anno di produzione, si poneva alla base della gamma, ed era proposta con il motore di cilindrata inferiore, pari a 5,9 litri circa. Oltre ad avere un passo leggermente più corto, si può distinguere a prima vista dagli altri modelli coevi per l'assenza di targhette identificative e per i montanti in tinta vettura, anzichè cromati.
Questa configurazione berlina a quattro porte, tra tutta la gamma DeSoto di quell'anno, fu quella in assoluto più venduta, con poco meno di 10.000 esemplari.
Quanto alla roulotte, mi sembra molto più alta di una Lander Graziella. Comunque sia, il coordinato è molto originale e gradevole, non limitandosi solo alla tinta, ma anche ai dettagli cromati Smile.
#11 | Markino il 23/08/2018 00:31:54
Marchio da noi semisconosciuto - salvo a chi ha appunto conservato memoria della "Suburban" anni '40 della famiglia Cunningham - quello fondato nel 1928 nell'ambito del gruppo Chrysler, spendendo il nome di un conquistatore spagnolo vissuto nel XVI secolo, Hernando De Soto. L'intento non era dissimile da quello che, una decina d'anni dopo, avrebbe animato la Ford nel dar vita alla Mercury: colmare il vuoto tra marchi del Gruppo votati a vetture economiche e medie - Plymouth, Dodge - e il marchio Chrysler, orientato al lusso, che si voleva mantenere ben separato dalla fascia medio-alta. I numeri di vendita della De Soto non furono mai da pole position - né, a ben vedere, avrebbero potuto esserlo, data la sua condizione di second comer, e l'appartenenza al Gruppo meno rigoglioso tra quelle che già si profilavano come le Big Three - ma, negli anni migliori, il marchio riuscì a vendere ben oltre 100mila unità, vivendo in buona salute gran parte degli anni '50. L'ultimo ciclo completo di vetture De Soto, che oramai replicavano pedissequamente lo stile avveniristico delle "cugine", plasmato da Virgil Exner - in una gerarchia che non aveva mai reso la De Soto leader nel Gruppo per tale ambito - fu quello degli anni 1957-'59, periodo durante il quale la produzione complessiva crollò da 117mila a 45mila esemplari, proprio mentre la gamma conosceva un significativo ampliamento, anche verso il basso, come testimonia l'introduzione dell'economica "Firesweep" - a passo accorciato di circa 15 cm - qui raffigurata. A metà percorso, imprevedibili quando queste vetture furono impostate due/tre anni prima, c'erano gli effetti della brusca recessione del 1958, che danneggiò seriamente le vendite di automobili di fascia media e medio-alta; nel 1959, tuttavia, a fronte di una generale ripresa del mercato, che rispecchiava un clima economico tornato più sereno, le De Soto continuarono a perdere clienti, pur trattandosi di ottime automobili. Dopo una gamma 1960 interamente rinnovata, il MY 1961 abortì prima ancora del lancio, a causa della decisione - probabilmente già nell'aria - di sopprimere il marchio.
Stupendo l'esemplare colto da Filippo in un ottimo scatto dinamico; che se lo sia accaparrato un cultore delle vetture a stelle e strisce, ben lontano dal fermarsi alla "prima stazione" dei soliti modelli (Cadillac, "Mustang", "Camaro", "Corvette" ) è indiscutibile. Gradevolissima la tonalità sul genere acqua marina, molto tipica di quegli anni.
#12 | Marlon il 23/08/2018 00:39:08
On line ho trovato traccia di questa strana coppia Wink
La roulotte dovrebbe essere una Levante del 62 allestita come dj set ambulante Cool
Probabilmente il tetto rialzato è una modifica artigianale fatta proprio per migliorare l'abitabilità, anche tutto il lato sinistro è diventato una grande finestra.
Dal web:
i63.tinypic.com/2h54ow5.jpg
#13 | cata il 23/08/2018 16:22:55
Riconosco la location a me molto familiare...e scelta anche dalla BMW, pochi anni fa, per lo spot della serie6.
#14 | vittoriale il 24/08/2018 00:15:51
Il tetto rialzato è una caratteristica delle Levante. I primi modelli erano caratterizzati dal "soffitto a soffietto" via via dismesso sulle serie successive; a "ricordarlo" rimase però la particolare forma del tetto.
#15 | time101cv il 17/09/2019 09:03:11
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2019/09/1100ef17-82f2-475b-ad56-9b51324cb395_nathan_tn46835.jpg
(foto "Nathan" )
#16 | Sauro il 08/07/2020 02:11:22
La roulotte è una Levante del '62. Sicuramente dipinta in tinta successivamente.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato