Immagine

Ford Consul 315

fordconsulluzzo20181019.png
Anno 1962 (Luzzo).

Data: 19/10/2018
Commenti: 9
Visualizzazioni: 1645
Commenti
#1 | time101cv il 19/10/2018 08:35:55
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2018/10/2018-09-29.png
(foto "Luzzo" )
#2 | bob91180 il 19/10/2018 09:49:35
Magnifico gioiello impreziosito dalla verniciatura in contrasto e dai fregi cromati , di fantasia , applicati sui cofani ...
Era disponibile con motore 1,3 ed 1,5 ... oggi sono pezzi rari che appagano esteticamente , quanto a godibilita' nell'utilizzo lasciano molto a desiderare ...
#3 | Alfa33 il 19/10/2018 10:00:13
Fantastica.
#4 | Uno Turbo D il 19/10/2018 11:36:13
In qualche particolare esterno mi ricorda la Chevrolet Impala di fine anni 50, specie le "sopracciglia" al posteriore. Questo esemplare é tenuto da vero amatore.
#5 | S4 il 19/10/2018 12:25:53
I miei occhi non riescono a cogliere armonia... da qualunque prospettiva.
#6 | SebaRaba1961 il 19/10/2018 13:06:50
E' talmente particolare che a me piace tantissimo con il vetro posteriore a mò televisore come sulla Bianchina berlina Pfft
#7 | Markino il 19/10/2018 13:42:37
oggi sono pezzi rari che appagano esteticamente , quanto a godibilita' nell'utilizzo lasciano molto a desiderare ...

Ne ho adocchiata una analoga, stesso anno e con targa originale BO 15, tonalità giallo Panama, ancora con vetrofania originale "Nuova Ford Consul - in rodaggio". Un sopralluogo effettuato da un amico del sito ha confermato le magnifiche condizioni vantate nell'annuncio; occorre però effettuare la revisione periodica, allo stato scaduta, circostanza che ha rallentato momentaneamente la trattativa.
L'attuale proprietario, molto titubante nel cederla, ha comunque sottolineato quanto scritto da Roberto: vettura perfetta per concorsi d'eleganza, capace di catturare tutte le attenzioni in ogni occasione, ma adatta a un'andatura "da passeggio", circostanza peraltro non infrequente per una straniera di cilindrata medio-piccola o media dei primi anni '60; le nostre FIAT "1300"/"1500" erano più brillanti.
L'estetica molto ricercata e di grande effetto, con elementi della "Corvette" all'anteriore e della "Bel Air"/"Impala" MY '59 al posteriore, ma fondamentalmente effimera, complice l'eccentrico lunotto ad inclinazione invertita condiviso con la più piccola "Anglia", contribuì probabilmente alla breve vita produttiva di questo modello: appena tre esercizi, compresi tra il 1961 e il 1963, durante i quali furono realizzate circa 110mila unità, dalla 2a metà del 1962 equipaggiate con propulsore 1,5 lt. in luogo del 1340 cm3 d'origine. Non si pensi tuttavia ad un'auto frivola: era in realtà molto curata e pensata per una clientela benestante, e montava già i freni a disco.
In Italia, le vetture britanniche soffrivano della persistenza dei dazi doganali anche dopo il 1961, e le "315" ebbero una diffusione piuttosto limitata, anche se quelle circolanti si facevano certamente notare; sparirono dalle strade con una certa rapidità, una volta completato il normale periodo d'uso.
Esemplare spettacolare, mai visto sinora; la targatura fiorentina d'origine è un plus notevole, considerata la strage di vetture avvenuta durante l'alluvione del 4 novembre 1966.
#8 | Neeskens78 il 19/10/2018 20:07:37
beh, applausi a scena aperta per la scelta e la conservazione claps
#9 | svalvolatogiallorosso il 20/10/2018 09:30:24
La rondine sul cofano era un accessorio after market per le Fiat ,però con la punta diretta verso il basso difetta in stile
Noto solo in questo momento che le portiere posteriori sono più piccole di quelle anteriori
Accostamento di colori molto piacevole
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato