Immagine

Ford 20 M TS OSI Coupé

fordosifrabo20181119.jpg
Anno 1968 (Frabo187).

Data: 19/11/2018
Commenti: 18
Visualizzazioni: 2006
Commenti
#1 | time101cv il 19/11/2018 08:03:27
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2018/11/img_1670.jpg
(foto "Frabo187" )
#2 | puma76 il 19/11/2018 08:47:48
Da me ce ne è una color ocra, veramente bella.
#3 | Neeskens78 il 19/11/2018 09:07:53
perbacco! bellissima Shock non la conoscevo... sembra un po' un incrocio tra una 850 coupè e una Iso Smile
#4 | atae21 il 19/11/2018 09:41:59
L' avevo qui da rivendere un paio d'anni fa, bianca, versione 23 M (2.3 cc.). Linea italiana e meccanica tedesca, Ford 6 cilindri a carburatore. Una bella auto per chi ama i coupè fuori ordinario. Alla fine la mia fu acquistata da un tedesco e finì in Germania (come al solito)…
#5 | polar il 19/11/2018 10:38:28
Notevole avvistamento. Linea fantastica, forse i cerchi non sono proprio all'altezza, mi ricordano la 127...
#6 | bob91180 il 19/11/2018 11:33:06
Il frontale non e' molto riuscito secondo me , si poteva fare di meglio ... molto bella in blu , l'ho sempre vista in tinte chiare ...
#7 | lancista il 19/11/2018 11:49:52
Linea davvero riuscita, concordo sul frontale migliorabile se non altro perche piuttosto anonimo rispetto alla linea.
#8 | screanzato il 19/11/2018 12:01:12
Mai vista e ne ignoravo l'esistenza.Molto bella ,la linea rivela l'Italica paternità
#9 | FeDeesse il 19/11/2018 14:26:01
molto rara, vista solo bianca in passato
#10 | Mat75 il 19/11/2018 16:33:56
Molto bella ora ho capito che macchina era quella che si vedeva nel film "Il cinico, l'infame e il violento"...Smile
#11 | Danip il 19/11/2018 21:24:34
Pure io ho visto questa, ma è talmente rara che quando l'ho fotografata non sapevo nemmeno che auto fosse.
In ogni caso è meravigliosa.

http://www.targhe...o_id=35237
#12 | Astrale il 19/11/2018 22:25:35
Un mito, nel mondo degli appassionati Ford, personamente non ho molto da recriminare sul frontale che trovo sobrio ed elegante; la fiancata la trovo bellissima, invece la fanaleria posteriore mi pare "Povera", avrei preferito fosse doppia ma comunque prima posizione meritata per questa "Signora"
#13 | KARL67 il 19/11/2018 22:44:22
Mai visto questo modello! Dal frontale non avrei mai detto che si trattasse di una Ford! Comunque veramente molto bella! Complimenti per l'avvistamento!
#14 | deltago92 il 19/11/2018 22:50:30
Da ignorante in materia mi sembra un mix tra Dino Coupè e Mustang Fastback nghenghe Mai vista nè sentita, primo posto ben meritato!
#15 | Markino il 19/11/2018 23:52:27
Alla fine la mia fu acquistata da un tedesco e finì in Germania (come al solito)…

Devono essere state parecchie, negli ultimi 20-25 anni, le superstiti originariamente immatricolate in Italia ad aver varcato i confini per soddisfare la passione di tedeschi e affini, i quali, al solito, dimostrano di avere l'occhio "lungo" nell'accaparrarsi automobili rare e particolari con marchio, o perlomeno disegno, italiano, che nella Penisola trovano sempre più di rado estimatori disposti a mettere prontamente mano al portafoglio, per ragioni delle quali abbiamo più volte tentato di stilare l'elenco.
Certo è che la ricchezza straordinaria della nostra tradizione carrozziera nell'epoca aurea poteva ancora trovare riscontro, appunto tra gli anni '90 e i primi anni 2000, in un parco auto - oramai divenuto a pieno titolo "storico" - di eccezionale varietà e bellezza, oggi in gran parte migrato altrove, e rimpiazzato da svariate automobili pur datate e "pregiate" per l'appartenenza al segmento sportivo o del lusso, ma irrimediabilmente "segnate" dalla monotonia della grande serie. Sono tuttavia pezzi come questa OSI - così come le innumerevoli fuoriserie tra anni '40 e '60, anche con base meccanica "popolare" - a suscitare entusiasmo e meraviglia quando si vuole spostare lo sguardo dalle automobili "di tutti i giorni", come dimostra il coro di consensi che si è levato su questa pagina, nonché l'interesse suscitato dal vero in occasione dell' ultimo "Historic Day", quando questo stessa vettura ha preso parte ad un gigantesco raduno "generalista" nella splendida cornice di Prato della Valle, a Padova.
I cultori della rivista "Automobilismo d'Epoca" riconosceranno facilmente nello splendido esemplare postato la vettura utilizzata nel recente passato a supporto di un ottimo servizio sul modello, complessivamente realizzato in 2.200 esemplari tra il 1966 e il 1968, anno in cui la OSI chiuse i battenti, senza che la Ford intendesse proseguire questa esperienza, essendo oramai in dirittura d'arrivo la "Capri", sviluppata interamente in proprio.
#16 | time101cv il 20/11/2018 00:55:25
L' avevo qui da rivendere un paio d'anni fa, bianca, versione 23 M (2.3 cc.).

Anche questa è 2300. Credevo fosse l'unica cilindrata possibile per la Osi 20 M. Sad
Quante motorizzazioni erano previste?
#17 | attom83 il 20/11/2018 14:42:11
bellissima auto; vorrei ribeccare quella in vendita un decennio fa nella mia zona, bianca con striscia adesiva centrale nera e targa MI W....
#18 | lancista il 21/11/2018 16:32:09
Anche questa è 2300. Credevo fosse l'unica cilindrata possibile per la Osi 20 M. Sad
Quante motorizzazioni erano previste?

guardando un po in giro pare che sulle ca 2200 prodotte solo 300 sarebbero col 2,3 e queste siano ovviamente piu ricercate e quotate (vedo annunci da 80.000 euro contro i 50.000 delle 2,0).
Per il resto si legge che a dispetto della linea ben riuscita, le prestazioni non erano eccelse come meritava l'auto, la 2,0 fa 0-100 in .14,7 secondi e la 2,3 in 12secondi x una vel max di 170 e 180) nonche la meccanica e le qualità stradali con molti limiti anche per l'epoca che tra assale rigido, balestre post. e freni a tamburo, 4marce.. mi fanno ricordare le parole di mio padre sulla nostra Taunus20m berlina dei primi anni 70. la chiamava il "trattorone", la cui unica dote diceva era "l'indistruttibilita" e impressione di sicurezza passiva (tipo un suv moderno insomma Grin ) e il confort x lunghi viaggi... (Nonostante fossi molto molto piccolo ricordo i nostri viaggi dal nord in direzione Salento per le vacanze tutta una tirata con auto stracarica e piede sempre a tavoletta... e la lancetta rossa sui 150 km/h.. che per un 2,0 erano pochini...
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato