Immagine

Ford Sierra 1.3 GL

fordsierrasuper20720190318.jpg
Anno 1983 (Super207).

Data: 18/03/2019
Commenti: 8
Visualizzazioni: 1414
Commenti
#1 | atae21 il 18/03/2019 09:31:37
Tipico dei tedeschi di quegli anni: una berlina di medio/grandi dimensioni (per il periodo) con una disponibilità di cilindrate differenti anni luce tra loro. Si parte dal piccolo 1,3 litri 4 cilindri a carburatore per arrivare, sulla stessa scocca, al 2,8 V6 iniezione (poi 2,9 sulla versione restyling). Naturalmente in Italia non era certo la 6 cilindri quella più venduta… Pfft
#2 | Biturbo83 il 18/03/2019 09:49:04
Avvistamento interessante; non credo ne siano poi rimaste molte a targa nera.
Moderna per i tempi, dopo anni di linea tradizionale della Taunus che sostituiva, seguiva un po' le linee della nuova Escort presentata qualche anno prima.
Esco un attimo dal tema, dicendo che con il tempo diventerà interessante anche la Citroen C2 li accanto, tra l'altro in un bellissimo colore.
#3 | marnile il 18/03/2019 10:37:55
Tra l’altro il 1.3 era, stranamente per l’abitudine italica, poco diffuso....
#4 | prof il 18/03/2019 11:01:01
Medaglia d'argento strameritata per questa Sierra, praticamente scomparsa da anni, almeno dalle mie parti.

P.S.: Ha un fermo dietro la ruota anteriore?
#5 | Luzzo il 18/03/2019 13:32:54
Sarà il tipico freno a ... pietra ROTFLROTFL
#6 | Alfa33 il 18/03/2019 15:02:41
All’epoca era veramente rivoluzionaria dal punto di vista estetico, specialmente la parte anteriore; probabilmente creò disorientamento anche tra i Fordisti più convinti, abituati a linee più tradizionali.
#7 | 1600 GT il 18/03/2019 17:58:05
Vettura molto moderna e che a me è sempre piaciuta molto. Il 1.3 se non erro venne tolto dal listino già a partire dal 1985 per via della scarsa richiesta dello stesso.
#8 | oinotna il 18/03/2019 22:13:52
Esteticamente moderna, ma tradizionalista meccanicamente ancora con la trazione posteriore, quanto la contemporanea Citroen BX era esteticamente più squadrata ma con la trazione anteriore e le sospensioni idropenumatiche.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato