Immagine

Alfa Romeo Alfasud

alfasudmc12720200314.jpg
Anno 1973 (Mc 127).

Data: 14/03/2020
Commenti: 19
Visualizzazioni: 1857
Commenti
#1 | time101cv il 14/03/2020 09:47:55
www.targhenere.net/gallery2/wp-content/uploads/2020/03/img-20190930-wa0120.jpg
(foto "Mc 127" )
#2 | bayerische il 14/03/2020 09:53:17
Splendida
#3 | fab il 14/03/2020 10:33:26
Eccezionale
#4 | blackboxes66 il 14/03/2020 10:33:34
Fantastica
#5 | oinotna il 14/03/2020 10:36:09
Incredibile, presumo sia restaurata, fatico a pensare che una prima serie non abbia segni o fioriture sulla vernice dopo oltre 40 anni...
#6 | astraG il 14/03/2020 10:41:12
Bellissima nella sua semplicitÓ.
Identica anche nel colore ad un'altra famosa sul web con targa PG che pensavo essere l'ultima circolante in quella tinta.
Io che adoro le alfasud rimango estasiato.
#7 | Frabo187 il 14/03/2020 10:46:05
Targhe originali e tinta ne fanno un esemplare da sogno sbavv
#8 | Transaxle73 il 14/03/2020 11:24:24
Che spettacolo.
#9 | bob91180 il 14/03/2020 12:29:50
E pensare che ce n'erano parecchie in giro all'epoca ... tutte marcite e/o pressate ...
#10 | Alfa33 il 14/03/2020 12:30:48
So in quali zona circola, ma non sono mai riuscito a vederla dal vivo.
Meravigliosa superstite, verde Ischia; ricordo un altro esemplare uguale ma con targa AL che ogni tanto incrociavo, guidato da un anziano, ma parlo di almeno 12, 13 anni fa.
#11 | Markino il 14/03/2020 12:31:45
Meraviglioso esemplare capostipite con prima targa rifinito nella gradevole tonalitÓ verde Ischia; unico appunto, la bandierina invertita.
Avvistamento mozzafiato per raritÓ e condizioni, senza dimenticare il pregio intrinseco del modello, le cui caratteristiche lo ponevano al vertice delle medio-piccole europee insieme alla Citroen "GS", e alla FIAT "128", validissima ma di forme assai pi¨ tradizionali.
Le vicende dello stabilimento di Pomigliano d'Arco, voluto dall'IRI in un'epoca in cui si puntava sull'industrializzazione forzata del Mezzogiorno tramite la realizzazione di alcuni grandi complessi - ultimo episodio, a metÓ anni '70 a Gioia Tauro avrebbe dovuto sorgere il quinto centro siderurgico italiano, poi abortito non prima che si distruggesse la vasta piana agricola che doveva ospitarlo - e le carenze nel processo produttivo inficiarono purtroppo sin dalla prima stagione l'immagine di una vettura che avrebbe meritato sorte migliore, e che divenne invece, per molti versi, espressione dell'Italia meno virtuosa e incline a scaricare certe inefficienze sulla mano pubblica.
#12 | Transaxle73 il 14/03/2020 15:24:44
Vado un po' OT sul Quinto Polo Siderurgico che avrebbe dovuto vedere la luce a Gioia Tauro. Nell'Italia preunitaria l'industria siderurgica nacque a pochi chilometri da Gioia Tauro, per la precisione a Mongiana, ora provincia di Vibo Valentia. Un paio di anni fa ho visitato i ruderi dell'antica ferriera con annesso museo della Reale Fabbrica D'Armi dove veniva prodotto il fucile in dotazione all'esercito borbonico, denominato appunto Tipo Mongiana.
#13 | cata il 14/03/2020 15:59:37
Se non sbaglio in uno dei primi depliant l'auto veniva presentata proprio in questa tonalitÓ di verde
#14 | 1600 GT il 14/03/2020 19:45:48
Spettacolare sia per condizioni che per colore, molto anni 70 e adatto alle linee dell'Alfasud.
#15 | Uno Turbo D il 15/03/2020 19:32:42
╚ un esemplare spettacolare, dalla tinta squisitamente anni Settanta. Penso pure io che abbia subito un restauro.
#16 | aureliab20 il 15/03/2020 21:02:27
Anni fa (parlo di quando c'era la lira e quindi prima del 2001) mi era stata proposta in acquisto dalla figlia l'Alfasud di suo papÓ Consalvo Sanesi corridore Alfa Romeo e poi collaudatore ; auto in un colore orribile che non so come si chiamasse ma io lo chiamavo e chiamo "salmone" e che non ho acquistato.
#17 | Markino il 15/03/2020 21:25:21
Forse si trattava del beige Ponza, piuttosto tipico dei primi anni di produzione, e a mio giudizio non cosý malvagio, sebbene poco "ortodosso".
Considerata la "nobiltÓ" del primo proprietario, al tuo posto l'avrei portata in garage, anche disdegnando la tinta.
#18 | Alfa33 il 15/03/2020 22:35:49
Oppure la tinta simile al "salmone" poteva essere il rosso corallo, che per˛ non era previsto nella fase iniziale della produzione.
Divent˛ disponibile a partire dal 1975.
#19 | aureliab20 il 16/03/2020 12:07:57
Ci ho pensato molto se acquistarla o meno, ma al di lÓ della nobiltÓ dell'unico proprietario ha prevalso l'estetica che non l'ho mai gradita ed ho acquistato qualcosa d'altro.
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato