Login
Utente

Password



Recupera Password
Utenti in linea
· Ospiti in linea: 16

· Iscritti in linea: 0

· Totale iscritti: 1,694
· Benvenuto a: Elisa
Immagine
> Fiat 125 Special > Fiat 125 Special << >>
fiat125princemax20150112.jpg
Anno 1972, targhe nere del 1980 rifatte in formato quadrato (PrinceMax).

Data: 12/01/2015
Commenti: 8
Visualizzazioni: 1106
Commenti
#1 | atae21 il 12/01/2015 09:21:38
Nelle fiere ho trovato diverse ditte che rifanno le targhe. Non tutte però fanno della qualità la loro arma migliore; infatti ho sentito prezzi molto diversi, pur realizzando tutti la stessa cosa. Questa ad esempio non mi sembra una delle meglio riuscite...Frown
#2 | Markino il 12/01/2015 10:00:19
"Gommona" di fine produzione; parrebbe in gran forma.
Poco adeguato lo specchietto, come spesso accade.
#3 | 1600 GT il 12/01/2015 15:50:43
Ecco un auto che mi è sempre piaciuta, anche quando ero piccolo e ne vedevo ancora tante per la città e non era ancora storica(ergo vittima di rottamazioni).
Linea e vettura riuscitissima, qui rappresentata degnamente da un esemplare davvero spettacolare e nella serie per me più riuscita.
Questa tinta però non è il massimo per la vettura.
#4 | Uno Turbo D il 12/01/2015 16:10:52
Senza ombra di dubbio la mia versione preferita, ma in linea col pensiero di 1600 GT, il colore non mi sfagiola più di tanto, preferendo il blu ministeriale oppure un verde di cui non ricordo il nome, bellissimo.
#5 | Astrale il 12/01/2015 20:16:42
Questa ad esempio non mi sembra una delle meglio riuscite...Frown

Forse più che la grafica della targa è la "L" finare che la fà sembrare strana....
#6 | Alfa33 il 12/01/2015 22:14:32
La Fiat 125 è veramente interessante, grazie a lei il marchio aveva potuto competere con successo nel settore delle berline ad alte prestazioni, secondo lo standard dell'epoca almeno; ha avuto una vita breve, solo 5 anni di commercializzazione, ma ne vennero prodotte oltre 603.000 e suppongo che siano pochissime quelle sopravvissute.
Mi ha sempre incuriosito il progetto della 125, perché era riuscito a combinare ottimamente tanti elementi provenienti da vetture diverse, con un risultato finale eccellente.
#7 | IL BUE il 13/01/2015 01:30:37
Finchè Giacosa è stato vivo ed operativo, in Fiat han tirato fuori dal cappello a cilindro signore vetture dal nulla, come questa, che doveva essere un ripiego derivato dalla 124 di carrozzeria, dalla 124 sport di motore e addirittura dalla 1500C nel telaio in attesa della vera ammiraglia, la 132, ed è finito che quando uscì quest'ultima fecero a botte per pigliarsi gli ultimi esemplari, tanta era la delusione per l'erede. Dopo Giacosa, di auto significative ce ne son state pochine... Forse Ritmo, Panda, Uno, e con qualche sforzo, Tipo e prima Punto.
#8 | sir alec il 18/09/2017 15:21:14
Forse più che la grafica della targa è la "L" finale che la fa sembrare strana

Qui, forse, avrei tenuto la targa del 1980...
Scrivi commento
Per scrivere un commento devi essere registrato